Dentatura umana: breve guida ai nostri denti e alla loro funzione

Home/Dentatura umana: breve guida ai nostri denti e alla loro funzione
Dentatura umana: breve guida ai nostri denti e alla loro funzione 2020-07-09T17:06:19+02:00
  • Dentatura umana

La dentatura umana è il risultato di una piccola ma progressiva opera di evoluzione, che nel corso del tempo ci ha permesso di diventare a tutti gli effetti animali onnivori in grado di garantirsi un’alimentazione più variegata possibile; è sufficiente approfondire la conoscenza dei nostri denti e della loro funzione per essere d’accordo con questa affermazione.

La dentatura umana si caratterizza per essere composta da un numero definito di denti, e non idonea alle classiche attività degli animali erbivori (il taglio dell’erba, il “brucare”, il masticare alimenti troppo fibrosi), ma risulta essere a tutti gli effetti una dentatura polifunzionale, capace di adattarsi a più tipologie di alimenti (la masticazione della carne, alimento fondamentale per la nostra evoluzione, riesce ad essere effettuata correttamente).

Il risultato di questo lungo processo evolutivo si sintetizza in una dentatura formata da 32 denti, ciascuno con la loro posizione, struttura e funzione principale; la loro conoscenza non deve rimanere limitata solo in ambito odontoiatrico, anche per questo vi racconteremo brevemente come si compone la dentatura umana e come si possono riconoscere i denti per la loro forma e posizione lungo le arcate dentali (quella superiore e quella inferiore).

Dentatura umana, la sua formazione nel corso della fase di crescita

Come abbiamo già anticipato, la dentatura completa di un adulto è pari a 32 denti ed ogni arcata presenta 4 incisivi, 2 canini, 4 premolari e 6 molari. Specifichiamo subito che questa dentatura è solo il risultato finale di un lungo processo di dentizione che inizia con la nostra nascita, difatti si parla di:

Dentatura decidua

Dentatura decidua, ossia la classica dentatura di quando siamo bambini (li conosciamo sicuramente con il termine di “denti da latte”). La dentatura decidua è caratterizzata da denti non permanenti e di dimensione inferiore rispetto a quelli dell’adulto, inoltre la colorazione degli stessi risulta essere leggermente più chiara.

La loro eruzione parte dall’età di 8 mesi, solitamente con gli incisivi inferiori, per arrivare a concludersi al compimento dei 2 anni e mezzo con 20 denti completamente formati e suddivisi in 8 incisivi, 4 canini, 8 molari (per ogni arcata troveremo 4 incisivi, 2 canini e 4 molari, mentre non avremo per il momento alcun premolare).

Dentatura intermedia

Si tratta dell’inizio di un processo che porterà alla formazione e posizionamento di tutti i denti permanenti.

Si tratta di un processo di sostituzione dei denti decidui, che si sviluppa in un periodo compreso tra i 6 ed i 13 anni di età. Si parla di dentatura intermedia perché in questo periodo il bambino avrà sia denti da latte che denti permanenti, che pian piano andranno a sostituirsi completamente ai primi, con l’aggiunta dei premolari che vanno a spuntare in un età compresa tra i 10 ed i 13 anni.

Dentatura definitiva

La definitiva conformazione della dentatura umana di un adulto si ha, però, solo successivamente. Nella normalità dei casi, intorno ai 21 anni di età, si ha l’eruzione della terza ed ultima serie di molari, che tutti conoscono con il nome di “denti del giudizio”.

Si tratta di denti che compaiono solitamente nella fase più avanzata dell’adolescenza, ma che spesso ci creano non pochi grattacapi. Non sono rare le situazioni nelle quali questi denti erompono in posizioni scorrette rispetto a quelle attese, e spesso non ce ne accorgiamo fino a che non si inizia ad avvertire fastidio e dolore.

A volte non è nemmeno detto che spuntino tutti e 4 i denti del giudizio, a causa della posizione di altri denti o per motivi differenti!

La scorretta o incompleta eruzione dei denti del giudizio può portare a problematiche che vanno a riguardare anche i denti vicini ad essi, inoltre quando non sono ancora completamente comparsi risultano molto difficili da pulire con i normali spazzolini, con il rischio di formazioni di carie più o meno profonda. Il consiglio in questi casi è sempre quello di farsi visitare dal vostro dentista di fiducia per verificare lo stato di questi denti, e qualora si riscontrassero delle problematiche è sempre bene programmare un intervento di rimozione.

Nonostante risulti essere un autentico spauracchio, oggi queste operazioni di chirurgia orale sono molto meno invasive di quanto si creda, e risultano anche essere meno dolorose; in ogni caso è bene sempre informarsi su come si effettua l’estrazione dei denti del giudizio.

La formula dentaria

La dentatura umana presenta una nomenclatura riconosciuta universalmente grazie alla cosiddetta “formula dentaria” (si tratta di una visualizzazione schematica ed immediata, che consente di riconoscere facilmente i vari tipi di denti presenti nelle 2 arcate, e soprattutto conoscerne facilmente la loro posizione.

Attraverso la formula dentaria indichiamo i vari denti presenti con un numero e con un segno (+ o -), e dividiamo graficamente la struttura del cavo orale in 4 quadranti.

In pratica tutti i denti dell’arcata superiore si troveranno ovviamente nella parte alta del grafico, contrassegnati con un segno +, mentre tutti i denti dell’arcata inferiore saranno nella parte bassa del grafico, contrassegnati con un segno -.

Per la numerazione, come si vede nel grafico riportato in basso, ogni dente avrà un numero in base alla sua posizione rispetto all’asse centrale, con un valore più alto a seconda della sua lontananza da esso.

La numerazione risulta essere quella araba per tutti i denti permanenti, mentre si utilizza quella romana per i denti decidui. Come si può vedere dalla posizione di uno dei 4 quadranti, i primi 2 denti di ogni emiarcata sono gli incisivi, segue il canino, poi i 2 premolari ed i 3 molari.

Formula dentaria

Composizione della dentatura umana

La dentatura umana, quindi, si compone di 4 grandi famiglie:

  • Incisivi, che sono i denti che spuntano prima di tutti gli altri (tra i 6 e gli 8 mesi di vita) e che sono di fondamentale importanza per la loro funzione di afferrare e tagliare il cibo, grazie soprattutto alla loro conformazione affilata. Degli 8 incisivi presenti nella dentatura umana, ne troviamo 4 per ogni arcata.
  • Canini, posti tra gli incisivi ed i premolari. Sono 4, suddivisi in 2 per arcata, e sono tra i denti più lunghi che possediamo, soprattutto per la lunghezza della loro radice. Il termine canino fa pensare proprio al rapporto che esso ha con il consumo delle carni, difatti sono denti che assumono la funzione fondamentale di strappare e sminuzzare il cibo! In un’alimentazione onnivora come la nostra, la presenza dei canini ci consente di poter avere un’alimentazione molto più variegata rispetto a quella degli erbivori.
  • Premolari, posizionati dopo i canini e presenti con 8 denti suddivisi equamente con 4 denti per arcata. Si possono quasi definire come un mix ben riuscito per conformazione e funzione, tra canini e molari, ed il loro compito è quello di triturare il cibo masticato. Dei 4 premolari presenti nell’arcata superiore, solo i primi 2 presentano due radici, a differenza degli altri premolari. Come abbiamo visto, non sono denti che si possono trovare in giovane età, ma compaiono solo nella dentatura adulta (tra i 10 ed i 12 anni di vita).
  • Molari, denti posizionati nella parte più esterna delle 2 arcate dentarie, e presenti in maggioranza rispetto agli altri (ben 12, equamente suddivisi in due gruppi da 6 per ogni arcata). Per dimensioni superano tutti gli altri denti, sono inoltre ben riconoscibili per la loro forma piuttosto tozza.

Il compito dei molari è quello di sminuzzare ancor di più il cibo, primo che esso venga deglutito. Come abbiamo visto tra i 3 gruppi di molari presenti in ogni quadrante, i terzi molari sono quelli a noi più conosciuti e fastidiosi, proprio perché non sempre eruttano completamente e nella posizione corretta, rimanendo a volte del tutto inclusi all’interno dell’osso e non spuntando mai.

Autore: Luigi T.
Data ultimo aggiornamento: 13 Luglio 2020
Top