Come pulire ed igienizzare gli spazzolini da denti

Home/Come pulire ed igienizzare gli spazzolini da denti
Come pulire ed igienizzare gli spazzolini da denti 2020-07-13T18:58:59+02:00
  • Come pulire ed igienizzare gli spazzolini da denti

Pulire ed igienizzare gli spazzolini da denti è un’operazione che troppo spesso viene sottovalutata. Se è vero che mantenere l’igiene orale è importante infatti, andrebbe fatta grande attenzione alle condizioni dei “ferri del mestiere”. Invece, è abitudine di molti dare una veloce sciacquata, quel tanto per togliere il dentifricio rimasto e riporlo fino al prossimo uso.

D’altronde basta pensare alla struttura stessa di uno spazzolino. Le setole risultano spesso umide, all’aria aperta e dunque facilmente raggiungibili da batteri e altri elementi potenzialmente dannosi. Se cambiare periodicamente spazzolino (o testina, nel caso dei modelli elettrici) può essere una buona prassi, questa non basta per rendere le setole totalmente igienizzate.

Non solo, va poi tenuto conto che residui di dentifricio e altra sporcizia può accumularsi anche sul manico dello spazzolino e, potenzialmente, si tratta di un altro possibile pericolo per la nostra bocca.

In questo articolo andremo a fondo rispetto questo argomento, cercando di capire come mantenere lo spazzolino pulito a 360 gradi, rendendolo uno strumento efficace e assolutamente sicuro.

Pulire ed igienizzare gli spazzolini da denti: quali sono le armi a disposizione?

Per mantenere lo spazzolino uno strumento pulito e sicuro, esistono diversi metodi e attrezzi. Va tenuto conto che, anche uno spazzolino apparentemente pulito, per sua natura, presenta sulle setole qualche forma di batterio o simile.

Ancor prima di scendere nei dettagli con tecniche e prodotti, è bene capire come esistano alcune abitudini particolarmente utili e in grado, seppur di non igienizzare totalmente lo spazzolino, di renderlo più pulito.

Per esempio, dopo il risciacquo, è consigliabile posizionare lo spazzolino in senso verticale per farlo asciugare più rapidamente. Altra operazione apprezzabile sotto il punto di vista igienico, riguarda il lavarsi le mani in maniera approfondita prima di toccare lo strumento per la pulizia della bocca. Anche se questo consiglio appare scontato, non sono molte le persone che hanno tale abitudine.

Alcuni spazzolini poi, offrono un copri-setole. Questo, se può proteggere lo stesso da polvere e altro, può al contempo creare una sorta di microclima umido tra le setole, potenzialmente ideale per il proliferare di batteri. Pulire lo stesso contenitore periodicamente e utilizzarlo solo quando le setole sono asciutte, potrebbe essere una buona abitudine. Infine, altra buona pratica da tenere in considerazione è che gli spazzolini di più membri della famiglia non vengano a contatto tra loro.

I metodi “casalinghi” per pulire gli spazzolini

Per quanto concerne i metodi di pulizia tradizionale, per esempio, è possibile utilizzare del bicarbonato abbinato a qualche goccia di limone. Dopo aver disciolto questi due ingredienti in un mezzo bicchiere d’acqua, è necessario immergere al suo interno la testina dello spazzolino per circa un quarto d’ora.

Dopo questo lasso di tempo, si procede nel lavare lo spazzolino (con particolare cura per le setole) con acqua fredda.

A livello teorico, tale operazione andrebbe ripetuto una volta ogni 7-10 giorni per garantire un minimo di pulizia, anche se è consigliato effettuare la stessa più frequentemente. Per chi non vuole eseguire queste operazioni in tempi ristretti (anche se consigliati) , può sostituire tale procedimento con dell’acqua ossigenata, immergendo la testina dello spazzolino nella stessa per una notte intera. Questa azione, come preannunciato, può essere effettuata una volta ogni 20-30 giorni.

Infine, è bene comunque ricordare che, sia per gli spazzolini tradizionali che per le testine di quelli elettrici, il ricambio va effettuato ogni 2-3 mesi (o più frequentemente, se le setole appaiono rovinate).

Per igienizzare con efficacia gli spazzolini serve ben altro!

I metodi di pulizia finora elencati e le pratiche per mantenere le setole pulite sono apprezzabili, ma non sono del tutto efficaci.

Per ottenere la pulizia assoluta, peraltro impiegando molto meno tempo, esistono prodotti appositamente ideati a tale scopo. Di seguito presentiamo le migliori soluzioni attualmente disponibili sul mercato.

Stop Germ

igienizzatore per spazzolini

igienizzatore per spazzolini

Quando si parla di Stop Germ, si fa riferimento a uno strumento igienizzante appositamente ideato per lavorare sugli spazzolini. Questo agisce attraverso la tecnologia dei raggi UV, garantendo l’eliminazione del 99,9% dei batteri (QUI il Sito Ufficiale del Prodotto).

Questo potente strumento può operare indistintamente sugli spazzolini tradizionali o sulla maggior parte di testine dei modelli elettrici, con un utilizzo dello stesso estremamente semplice. Bastano appena 6 minuti di funzionamento, per rendere le setole degli spazzolini totalmente igienizzate.

L’azione per ottenere il risultato vero e proprio di Stop Germ è alquanto semplice. Una volta inserito lo spazzolino, è necessario assicurarsi che la testa dello stesso sia rivolta verso la luce UV. Dunque, è possibile chiudere Stop Germ e avviare tramite apposito bottone la sanificazione. Dopo 6 minuti, lo spegnimento della luce indica come il processo sia stato completato.

Vai al Sito Ufficiale di Stop Germ >>

Porta spazzolini OurLeeme

Altro articolo interessante in questo senso è quello utilizzato da OurLeeme (lo puoi trovare qui). Il design risulta particolare, in quanto è un vero e proprio “porta spazzolini”, capace di offrire fino a 5 slot e dunque adatto alla maggior parte delle famiglie.

Anche in questo caso, parliamo della tecnologia UV, in grado di sterilizzare nel giro di 6 minuti lo spazzolino. Il prodotto proposto da OurLeeme integra anche un distributore automatico di dentifricio (situato sulla destra dello stesso) molto pratico. L’igienizzatore vero e proprio lavora attraverso alimentazione USB.

Altra caratteristica interessante è la facilità di installazione, che avviene attraverso un pratico e potente adesivo incorporato. Di fatto, le procedure per posizionare il prodotto di OurLeeme, richiede 5 minuti e nessun tipo di perforazione per ancoraggi al muro, a mobili o altre operazioni simili.

Custodia portatile Poweroak

Altro strumento particolarmente consigliato per single, ma anche coppie, che viaggiano parecchio è la custodia portatile igenizzante di Poweroak.

Si tratta di un apparecchio piccolo ma potente, costituito da un modulo di sterilizzazione ad alta tecnologia Heachip Deep UV-C. Grazie a uno specchio situato sul retro della copertura, questo riflette la luce UV per migliorare l’effetto sterilizzante.

La custodia in cui vengono posizionati i nostri spazzolini, funziona attraverso una batteria agli ioni di litio da 240 mAh, facile da ricaricare attraverso USB. La batteria è estremamente prestante e permette ben 55 usi della custodia per ogni singola ricarica. Inutile affermare che il dispositivo Poweroak si adatta alla pressoché totalità di spazzolini elettrici e non.

Sterilizzatore professionale SUNUV

Perché non fare un passo oltre e affidarsi a uno sterilizzatore professionale come quello offerto da SUNUV?

Anche se il costo di questo dispositivo è decisamente più alto rispetto agli altri illustrati in questo articolo, ha il vantaggio di agire anche su smartphone, orologi, occhiali, anelli e tanti altri piccoli oggetti di uso comune che sono a contatto con la nostra pelle e che, specialmente in questo periodo, certe attenzioni non sono mai esagerate. Le dimensioni, pari a 22 x 10 x 7 centimetri permettono l’utilizzo dello sterilizzatore con una vastissima gamma di oggetti.

Il dispositivo SUNUV consente la sterilizzazione rapida con un’efficacia del 99,9% di germi e virus. Il sensore di gravità incorporato, ha il compito di effettuare lo spegnimento automatico della luce ultravioletta all’apertura del coperchio per prevenire potenziali danni a occhi e pelle.

ENDARK disinfettante UV

Terminiamo dunque questa lista con un prodotto decisamente più low-cost, ovvero il disinfettante UV ENDARK.

Si tratta di un vero e proprio sanificatore portatile per spazzolini, in grado di eliminare il 99,9% di batteri e germi attraverso la tecnologia UV. Questo articolo è dotato di una lampadina, che usa i raggi UV, di lunga durata, in grado di garantire al sanificatore un ciclo vitale prolungato.

Il modello di ENDARK si dimostra ugualmente efficace su spazzolini tradizionali e testine elettriche rotanti. La facilità di ricarica e le dimensioni contenute, rendono questo sanificatore ideale per chi viaggia e non vuole dover trasportare un attrezzo troppo ingombrante.

Autore: Luigi T.
Data ultimo aggiornamento: 13 Luglio 2020
Top