Gengive Bianche: Cause e Sintomi

Gengive Bianche: quali sono le cause, i sintomi e come si può curare questo problema? Leggi la nostra guida completa.

Gengive Bianche: Cause e Sintomi
Gengive Bianche: Cause e Sintomi

Le gengive possiamo senza dubbio inserirle tra le parti del nostro corpo che sono decisamente importanti, per cui è bene averne la cura necessaria, senza incappare in problematiche come ad esempio le gengive bianche.

Contenuti di questo articolo:

  • Gengive bianche: le cause
    • Scarsa igiene orale
    • La placca
    • Infezioni micotiche
    • Sistema immunitario
    • Terapie
  • Gengive bianche neonato
  • Gengive bianche: sintomo e come curarle
    • Leucoplachia
    • Anemia
    • Deficit nutrizionali e allergie
  • Come curare le gengive bianche?

Si deve seguire lo stesso criterio che si fa riguardo ai propri denti, in quanto essendone la struttura portante, vanno ad essere elemento essenziale sia per il sostegno della dentatura, che per la bellezza del nostro sorriso.

In questo articolo andremo a parlare proprio di questo argomento, osservando quali siano le principali cause delle gengive bianche e i rimedi a cui affidarsi.

Gengive bianche: le cause

Sono molte le situazioni che vedono la comparsa di questa patologia, si possono infatti vedere gengive bianche e ritirate, gonfie, e in alcuni casi anche rosse e piuttosto doloranti.

È ovvio che dietro alla comparsa di questo effetto visivo vi siano delle ragioni precise, ed ecco quindi che andiamo a vedere nel dettaglio quali sono le principali cause delle gengive bianche:

Scarsa igiene orale

La principale ragione per la comparsa di questa problematica è sicuramente quella a seguito di una scarsa igiene orale, in quanto la conseguenza di questo comportamento scorretto è la nascita di fistole oppure di placche, che possono anche sfociare in ascessi dentali.

La placca

Sempre per un aspetto legato alla scarsa pulizia della propria bocca, si va a formare sui denti la cosiddetta placca, che altro non è che una pellicola incolore che va a rivestire la superficie del dente, e questo processo avviene in seguito alla presenza di residui di cibo sui denti non correttamente eliminati.

Non ci dimentichiamo che la placca dà poi spazio alla nascita di altri problemi non meno seri, quali carie e gengiviti, tartaro e alitosi.

Infezioni micotiche

Anche se si è integerrimi e perfetti nella cura dei denti, vi possono essere infezioni micotiche che se contratte danno come risultato la comparsa delle gengive bianche.

Tra queste infezioni ricordiamo quelle più frequenti, quali la candida e il mughetto orale. Tale situazione è eliminabile in maniera molto semplice attraverso l’assunzione di farmaci antimicotici o anche semplicemente con un buon prodotto come il Collutorio Gel Alovex Protezione Attiva (disponibile a questo link).

Queste infezioni che causano gengive bianche sono più comuni nei bambini, specialmente quando portano l’apparecchio, dopo un estrazione o dopo un intervento semplice come un’otturazione.

Lo stesso problema lo si riscontra anche nelle persone anziane, che invece dell’apparecchio hanno come supporto le protesi dentarie.

Sistema immunitario

Le gengive bianche gonfie e doloranti, o le macchie bianche con dolore, in seguito alla comparsa di un infezione, spesso colpiscono anche adulti che non hanno fatto alcun tipo di intervento, ma perché magari colpiti in un momento in cui il proprio sistema immunitario si presentava molto debole.

Terapie

Un ultimo aspetto è quello legato ad eventuali cure, in quanto le gengive bianche possono essere un fenomeno conseguente a determinati trattamenti, quali una terapia al cortisone o la radioterapia.

Gengive bianche neonato

Le gengive bianche in un neonato dai tre mesi in su, rappresentano un fenomeno piuttosto naturale, in quanto sono spesso dovute al formarsi della dentatura del bambino.

Insomma, quando cominceranno a spuntare i primi dentini, uno dei fenomeni che si possono scorgere per comprendere che sta arrivando il momento è proprio questo, le gengive bianche o la comparsa di piccole macchie bianche.

Non c’è dunque da preoccuparsi, è bene però rivolgersi al pediatra, in modo da avere conferma che si tratti di questo e non della presenza di un eventuale infezione.

Gengive bianche: sintomo e come curarle

Entriamo adesso all’interno di una parte molto importante del nostro testo, ovvero osservare quali siano le situazioni per cui compare questo sintomo, e quali sono le cure alle quali sottoporsi per risolvere la situazione.

Ecco quali sono le patologie che possono nascondersi dietro la comparsa di un sintomo come le gengive bianche:

Leucoplachia

Si tratta di una patologie piuttosto seria, e la presenza delle gengive bianche è sicuramente uno dei principali campanelli di allarme.

La Leucoplachia è nello specifico una lesione tipica del cavo orale. Le zone particolarmente interessate da questa manifestazione sono la superficie della lingua, o in alternativa e le mucose interne delle labbra e delle guance.

Le lesioni che si manifestano non sono solo responsabili di dolore e fastidio, ma anche di una decisa alterazione percettiva del gusto dei cibi.

Anemia

La presenza di gengive bianche potrebbe anche essere un avviso della presenza di un’anemia, ovvero quella situazione per cui il numero di globuli rossi nel sangue scendono al di sotto del livello normale.

Deficit nutrizionali e allergie

Altra situazione potrebbe essere quella per cui, la presenza di gengive bianche, potrebbe essere un avviso relativo ad una particolare condizione di salute. Prima di tutto legata ad un particolare deficit nutrizionale o immunitario (stato di immunodeficienza), o in secondo luogo dovuta alla presenza di allergie specifiche del cavo orale.

Come curare le gengive bianche?

È chiaro che prima di ogni altra cosa è necessario comprendere quale sia la causa che ha scatenato questa manifestazione, per poi procedere con una cura adeguata.

Nel caso si tratti infatti di un problema relativo alla presenza di una malattia, è inutile intervenire con rimedi per le gengive se prima non si elimina la patologia che sta alla base del problema.

Nel caso invece il problema sia dovuto alla scarsa igiene orale, il primo passo da fare è quello di rivolgersi ad un dentista. In seguito ad una visita e ad una sua corretta analisi del problema, egli saprà quale sia il miglior trattamento da intraprendere per poter guarire.

Il dentista provvederà ad assegnare al paziente una terapia mirata e dedicata alla situazione che presenta la persona affetta da gengive bianche, e in alcuni casi potrà optare per l’aggiunta di una terapia antibiotica.

La cosa essenziale da tenere presente è che, in seguito alla terapia e alla guarigione completa, si dovrà essere molto precisi e molto scrupolosi nella pulizia orale, che per i primi tempi post trattamento dovrà essere fatta utilizzando in aggiunta alla pulizia anche un collutorio antibatterico, come il Collutorio Gel Alovex Protezione Attiva (disponibile a questo link), il quale avrà il compito di andare a ripristinare e mantenere il giusto equilibrio della flora del cavo orale.

Per le tempistiche di assunzione degli antibiotici, e quelle relativi all’utilizzo del collutorio antibatterico, a deciderle sarà lo stesso dentista.

Inserisci un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here