L’assicurazione dentistica conviene? Quale scegliere per un miglior rimborso? Opinioni 2018

Home/L’assicurazione dentistica conviene? Quale scegliere per un miglior rimborso? Opinioni 2018
L’assicurazione dentistica conviene? Quale scegliere per un miglior rimborso? Opinioni 2018 2018-10-08T10:45:42+00:00
  • L'assicurazione dentistica conviene? Quale scegliere per un miglior rimborso? Opinioni

Un’assicurazione dentistica è qualcosa dalla quale ad oggi non si può prescindere, almeno per garantirsi di avere un rimborso quantomeno parziale delle spese sostenute.

Se si pensa ai costi per andare da un dentista al giorno d’oggi, e i dati allarmanti che mostrano come oltre 6.000.000 di italiani siano costretti a rinunciare alla cura dei denti per motivi economici, un’assicurazione dentistica pare una scelta decisamente obbligata.

Essendo il mondo assicurativo legato ai denti una vera e propria selva, perché ad oggi vi sono innumerevoli possibilità, come si può fare per scegliere quella giusta e non incappare in qualche dolorosa fregatura?

Nel nostro articolo cercheremo di aiutarvi nella scelta di un’assicurazione dentistica che sia perfetta per le vostre esigenze, e che vi permetta di poter curare al meglio i vostri denti senza incorrere in situazioni spiacevoli.

Il sistema sanitario nazionale copre solo una minima parte delle spese, per cui un’assicurazione è necessaria per sostenere la restante parte della spesa che spesso è davvero molto elevata.

Assicurazione dentistica conviene? Ecco le diverse formule

Nell’ambito di un’assicurazione dentistica, si possono trovare decine di formule diverse, e per capire quale possa essere quella giusta dobbiamo capire come si compongono quelle principali. In linea di massima quelle più utilizzate presentano due tipologie di rimborso: quello diretto e quello indiretto.

Vediamo nello specifico in cosa consistono:

Assicurazione a rimborso diretto

Per poter accedere a questo genere di rimborso si è vincolati a scegliere un dentista che sia convenzionato con l’assicurazione.

Il saldo da pagare al dentista non lo si pagherà di tasca propria, ma sarà la compagnia a pagare direttamente al dentista la quota spettante. In questo caso si deve fare particolarmente attenzione a quali siano gli accordi che si sono firmati con la compagnia, per non trovarsi in difficoltà a giochi già fatti.

Assicurazione a rimborso indiretto

In questo caso si è liberi di rivolgersi a qualsiasi dentista, ma si dovrà pagare l’onorario di tasca propria, per poi ricevere successivamente il rimborso dell’assicurazione.

Assicurazione dentistica: attenzione alle clausole

Per scegliere un’assicurazione dentistica che sia perfetta per le vostre necessità, è bene controllare prima di firmare il contratto cosa esso preveda.

Spesso infatti, le compagnie mettono delle limitazioni che ad una prima occhiata non vediamo, ma che una volta firmato portano l’assicurato a perdere soldi di rimborso che potrebbero invece tornare nelle sue tasche.

Vediamo nel dettaglio a cosa stare attenti:

  • Le limitazioni: ci possono essere compagnie che pongono delle limitazioni, ad esempio includere alcuni tipi di intervento ma escludendone altri. Scegliete solo assicurazioni che prevedano qualsiasi tipo di trattamento dentistico.
  • Tetto massimo di spesa: alcune assicurazioni, spesso non specificandolo in maniera trasparente, inseriscono nel contratto una clausola che prevede un tetto massimo di spesa annuale. La cosa da tenere presente è che in caso di superamento di questo tetto, non si ha più diritto ad alcun rimborso. Rivolgetevi solo a compagnie assicurative che permettano durante l’anno spese illimitate o quantomeno di grande entità.
  • La franchigia: attenzione alla franchigia, che per alcune assicurazioni prevede il tetto minimo di spesa sopra il quale si ha diritto al rimborso. Spendendo meno di questo limite si dovrà pagare la spesa dentistica di tasca propria. Non sottoscrivete contratti con le compagnie che prevedano questo genere di franchigia.

Molti professionisti optano per inserire tutti i lavori in un’unica fattura, in modo da generare una cifra consistente che permetta al paziente di accedere al rimborso.

Assicurazione dentistica: interventi all’estero

Sono molte le persone che ricorrono alle cure dentistiche all’estero, in quanto le spese per gli interventi costano molto meno di quanto avvenga nel nostro Paese, grazie al fatto che comprendono anche il viaggio e l’alloggio in loco.

Sebbene in Italia le regolamentazioni igieniche e di intervento siano sicuramente più elevate, questo non scoraggia affatto le persone da lasciare il proprio Paese per curare i propri denti.

L’assicurazione dentistica come si comporta in questo caso? Bisogna precisare che le assicurazioni disposte a rimborsare questo genere di spesa sono davvero poche, ma comunque ci sono. Dunque, al momento della ricerca dell’assicurazione dentistica, oltre ai punti elencati sopra è bene verificare che abbia questo punto fondamentale.

Conclusioni

In conclusione, l’assicurazione dentistica perfetta sarebbe quella che comprende tutti i punti che abbiamo analizzato.

Sebbene trovarne una che sia completa come abbiamo elencato non sia un’impresa facile, è bene cercare di avere quante più agevolazioni possibili.

Quindi, cercare quella che ha più vantaggi possibili e che siano quelli più idonei alle vostre esigenze.

Autore: Luigi T.
Data ultimo aggiornamento: 8 ottobre 2018