Kit sbiancamento denti a casa: pro e contro

Home/Sbiancamento dentale/Kit sbiancamento denti a casa: pro e contro
Kit sbiancamento denti a casa: pro e contro 2017-06-22T17:42:38+00:00
Strisce bianche per i denti, le migliori del mercato
Mancano solo minuti
per l'offerta di BioWhite®
Spedizione gratuita e pagamento alla consegna »

Se è vero che i dentifrici che si definiscono sbiancanti hanno un effetto abrasivo sullo smalto dei denti e nel migliore dei casi, aiutano a eliminare le macchie superficiali, i prodotti sbiancanti hanno la funzione di modificare il colore dei denti agendo dal loro interno.

La sostanza che è alla base di questo processo è il perossido di idrogeno, la cosiddetta “acqua ossigenata”, generata da un altro componente del prodotto sbiancante il perossido di carbamide.

Questo prodotto è attivo solo su denti vitali, quindi non agisce affatto su ponti, denti impiantati, eccetera. Il risultato di una applicazione in presenza di denti non vitali, è una differenza maggiormente marcata tra i denti vitali e quelli non, mettendo maggiormente in risalto la presenza di ponti e denti finti.

Un’altra controindicazione all’uso di questi prodotti per sbiancare i denti, è, come per il trattamento dal dentista, la presenza di carie, gengiviti, pulpiti o, comunque, situazioni infiammatorie del cavo orale.

Molti credono che sia lo smalto dei denti a ingiallire, in realtà, lo smalto è traslucido, cioè mostra la colorazione dell’interno del dente, per questo un dentifricio “sbiancante” non può fare altro che dare un lieve miglioramento togliendo le macchie superficiali.

Per sbiancare l’interno del dente, occorre l’ossigeno che, tramite un processo di ossidoriduzione, demolisce le molecole pigmentate che colorano il dente, sbiancandolo.

Ricorrere a un trattamento sbiancante tramite un kit a casa, non può comunque prescindere da una visita dal dentista, per escludere la presenza di carie, gengiviti o condizioni comunque controindicanti il trattamento.

Il trattamento sbiancante consiste nell’applicazione di mascherine sui denti, impregnate dal gel sbiancante ma la differenza di base sta proprio su questi due elementi: nei prodotti “casalinghi”, il gel non può contenere perossido di carbamide in percentuale superiore al 18% , altrimenti è considerato presidio medico e da usare sotto diretto controllo medico. I prodotti utilizzati dai dentisti arrivano a contenuti anche a oltre il doppio, da ciò comprendiamo la differenza di efficacia.

Il secondo elemento riguarda la mascherina dentale: dal dentista, viene conformata su misura dell’arcata dentale, a casa, ovviamente, no, ma oggi in commercio ci sono prodotti che si modellano in maniera ottimale e coprendo bene la superficie dei denti. Ovviamente si deve prestare attenzione a non lasciare piccole porzioni di denti escluse dal trattamento.

In genere, tutti i prodotti venduti in kit, hanno tali mascherine che devono essere spalmate di gel, applicate sui denti e tenute in posa per tempi variabili, secondo il prodotto acquistato, generalmente mezz’ora al mattino, mezz’ora la sera per due settimane.

Le indicazioni fornite dai produttori sono non uniformi, così un produttore consiglia la frequenza di trattamento non più di una volta all’anno, un altro ogni volta lo si desidera, un terzo ogni 18 mesi; dov’è la tutela della sicurezza e della salute? L’efficacia e la durata dell’effetto sbiancante sono molto diverse da persona a persona e dura sicuramente meno se si è un fumatore.

I kit promettono spesso di far tornare i denti al loro bianco naturale, che significa che se abbiamo naturalmente i denti giallognoli, tutto quello che il kit farà, sarà togliere le macchie superficiali.

Tanti kit promettono anche 3-4 gradi di sbiancamento ma molte delle persone che l’hanno sperimentati, riportano una certa delusione ottenendo risultati ben lontani da quelli promessi, quindi bisogna stare attenti a ciò che si sceglie e bisogna considerare bene la propria situazione.

Costi dei trattamenti casalinghi di sbiancamento dei denti

Peraltro anche i costi sono sensibilmente diversi: un trattamento dal dentista, ha un costo intorno ai 300 Euro. I kit hanno costi variabili ma contenuti in un intervallo tra i 17 e i 50 Euro, cui va aggiunto il costo della visita preliminare, necessaria se non vogliamo rischiare conseguenze, il cui costo si aggira sui 60-70 Euro.

Strisce bianche per i denti, le migliori del mercato
Compra ora, compila il modulo qui sotto