Implantologia dentale

Home/Implantologia dentale
Implantologia dentale 2016-12-03T18:06:44+00:00

Prima di tutto è necessario specificare cosa si intende per implantologia dentale.

Essa è l’insieme di tutte quelle tecniche chirurgiche utilizzate per sostituire i denti, oramai mancanti, di un paziente con dispositivi sia metallici che non metallici; e oggi la maggior parte degli impianti è realizzata in titanio (ulteriori info nel sito di Alessandro Vacca).

Tali tecniche permettono al soggetto ormai privo di denti propri, affetto cioè da edentulismo, sia questo parziale che totale, di ritornare a masticare senza fastidi, di parlare correttamente, di sorridere liberamente, e quindi di non dover compromettere i propri rapporti sociali, e soprattutto di non danneggiare l’osso mandibolare o mascellare, o entrambi.

Non solo un inestetismo allora, ma un vero e proprio disturbo che può essere ovviato grazie all’inserimento chirurgico dei suddetti impianti direttamente nell’osso, in modo che a loro volta questi permettano l’introduzione di protesi, siano esse fisse o mobili.

IMPLANTOLOGIA DENTALE IN CROAZIA

Implantologia dentale: quello che occorre sapere

In passato la tecnica più utilizzata era l’oro-platino-ceramica, ovvero protesi realizzate con questi materiali e ricoperte con una corona di ceramica, sostituibile in seguito in caso di rottura.

Gli impianti più comuni attualmente sono invece quelli a vite di tipo endosseo, inseriti cioè sotto la gengiva, i quali presentano una forma cilindrica e sono filettati esternamente.

L’implantologia endossea si divide a sua volta in due grandi scuole: quella italiana e quella svedese.

La prima è la più datata ed ha il merito di aver introdotto il titanio come materiale per realizzare gli impianti, basandosi sul carico immediato.

La seconda invece riguarda l’osteointegrazione che si basa invece sul carico differito, il quale permette di avere un maggior controllo sulla riuscita dell’intervento. Importanti sono state le innovazioni dal punto di vista chirurgico, e anche della produzione stessa degli impianti, che questa scuola ha prodotto.

Ad entrambe comunque sono da riconoscere diversi meriti e sono la base sulla quale fondare i successivi studi e le nuove tecniche.

Come accennavamo prima, il titanio, puro o in lega, è oggi il materiale principe dell’implantologia dentale poiché non comporta rigetti da parte dell’organismo umano. Gli impianti in titanio, posti direttamente nell’osso, verranno ad esso integrati grazie alla rigenerazione ossea (osteointegrazione) e questo vale per entrambe le tecniche, italiana e svedese.

I vantaggi delle implantologie, eseguite ovviamente chirurgicamente, sono di permettere al paziente di riprendere sin da subito le sue normali attività, masticatorie e articolatorie, ricreandone perfettamente la funzione, ragion per cui questa implantologia prende il nome di “implantologia funzionale“, che a differenza di quella classica della scuola italiana, ha la barra elettrosaldata che rimane a vita nel cavo orale del paziente. Lo svantaggio è però di non poter verificare se sia avvenuta o meno l’osteointegrazione.

Ultimamente, con l’aumento dei problemi di edentulismo, il trattamento più all’avanguardia è forse l’All-on-4, altrimenti detta implantologia su quattro impianti: due viti da inserire nell’arcata superiore e due in quella inferiore, disposti però in maniera parallela e con una inclinazione di 30 gradi così da avere una buona stabilità.

E non è tutto: si sono sviluppate diverse marchi disponibili sul mercato che offrono una gamma vastissima di protesi, dalle più economiche a quelle più costose e sofisticate, perfettamente compatibili, esteticamente molto rifinite e soprattutto affidabili.

Non dobbiamo pensare che siano solo gli anziani a portare le protesi dentali, molti giovani e adulti si sottopongono a interventi di implantologia con risultati ottimi e duraturi.

Gli studi nel campo sono in continua evoluzione, tanto che si può avere anche una buona implantologia anche senza bisturi, con una tecnica di conseguenza meno invasiva, e basta inoltre pensare che anche la carenza di osso oggi non è più uno scoglio insormontabile per poter procedere all’intervento desiderato, che in tal caso prevede proprio la ricostruzione dell’osso.

Un buon dentista saprà consigliare il tipo di intervento più adeguato al tuo caso.

CROAZIA
IMPLANTOLOGIA DENTALE